La Lombardia al Grand Atelier

franciacorta-viti

Parlando di Lombardia si può davvero spaziare e divertirsi tra le numerose etichette proposte, da Franciacorta fino ai grandi rossi di Valtellina. Partiamo appunto dalla Franciacorta con l’azienda Le Marchesine di Passirano, dove l’etichetta imperdibile è il loro Rosé millesimato, un metodo classico di assoluto carattere. Proseguiamo con l’Arcari+Danesi dove c’è solo l’imbarazzo della scelta, soprattutto se siete alla ricerca di vini di personalità, il loro banco deve assolutamente essere una tappa del vostro percorso tra i tavoli del Grand Atelier. Una vera e propria chicca del Wine Tasting Varese è Solouva, piccola azienda di Erbusco e che fa un prodotto solo, ottenuto dalla lavorazione dei soli zuccheri dell’uva.

Rimaniamo in tema metodo classico e ci spostiamo in Oltrepò Pavese da Stefano Milanesi e andate ad assaggiare il suo Vesna, un blanc de noir da sole uve pinot nero. Già che ci siete, non mancate di assaggiare anche gli altri vini proposti. Rimaniamo in Oltrepò e passiamo da Ca’ di Frara con ben tre ottime proposte dei loro metodo classico ed il loro Frater, un grande rosso pavese tra le massime espressioni del vitigno croatina. Chiudiamo il discorso Oltrepò, ma non per questo meno importante, con l’azienda Francesco Quaquarini dove potete assaggiare il suo Classese, metodo classico di assoluto livello ed infine il loro superbo Buttafuoco.
Saliamo poi in zona Lugana, sponda bresciana, dove ospitiamo la Perla del Garda, l’azienda magistralmente condotta da Giovanna Prandini, dove potete assaggiare due annate del loro cru di Lugana Madre Perla e la rarissima selezione Madonna della Scoperta. Continuiamo con l’azienda Pasini San Giovanni, dove avete solo da sbizzarrirvi tra il loro Lugana metodo classico, il Chiaretto ed il loro Arzane, un cru di Groppello.

Chiudiamo il discorso Lombardia con la Rivetti & Lauro dalla Valtellina, imperdibili sono il loro Sforzato ed il Vigna 298.