Il Piemonte del Grand Atelier di Wine Tasting Varese 2016

casa vin 2

Presenza massiccia quella in rappresentanza del Piemonte. Partiamo dalle “bollicine”, dove potrete scegliere tra quelle di un’azienda storica come Contratto, ritornate a nuova vita dopo l’acquisizione di Giorgio Rivetti, tra quelle in degustazione il Blanc de Noir Pas Dosé è imperdibile. Quelle invece prodotte da Marco Capra ci piace definirle estrose, infatti il Seitremenda è già un nome che è tutto un programma. Consigliamo poi di terminare con l’eccezionale Valentino Brut Zerò di Podere Rocche dei Manzoni. Di quest’ultima azienda ci sono anche da assaggiare due cru dei suoi ottimi Barolo, ma sappiamo benissimo che ve li siete già annotati sul taccuino tra le cose da non perdere della manifestazione.
Parlando sempre di Langa, passiamo ad un’altra azienda prestigiosa quale è la Pio Cesare, tra le etichette in degustazione spiccano il loro Barbaresco classico e l’ottima Barbera d’Alba Fides.
Occhi puntati anche sui vini bianchi, in particolare quelli da vitigno Timorasso che al Wine Tasting Varese saranno ben rappresentati da La Colombera della simpatica e brava Elisa Semino. Così come è buono pure quello prodotto da Massimo Pastura al timone dell’azienda La Ghersa, dove non dovete assolutamente perdere anche la loro Barbera d’Asti Vignassa.
Giovane e dinamica e l’azienda Raineri a Monforte d’Alba, una garanzia oggi, ma sicuramente uno di quei nomi da tenere in mente per il futuro. Se vi piace la Barbera, allora dovete assolutamente fare tappa al tavolo di Stella Vini e chiedere della loro Superiore “Il Maestro”.
Il Roero invece è ben rappresentato dall’azienda Cascina Val del Prete, tra le etichette proposte spiccano il Vigna di Lino ed il Bricco Medica. Assolutamente da assaggiare anche il Roero della cantina Massucco di Castagnito.
Ci spostiamo nel comprensorio del Nord Piemonte ed iniziamo con le aziende Nervi, anche in questo caso il restyling ad opera di Erling Astrup è stato importante per farla ritornare ai fasti di un tempo. Nella loro selezione spicca il Molsino nella splendida versione 2009. Dici Gattinara, dici Paride Iaretti, il suo Gattinara Pietro è da anni tra le migliori espressioni di questa denominazione. Così come sono ottime, e non siamo di certo solo noi a dirlo, quelle prodotte dall’azienda Travaglini. Parlando sempre di Nord Piemonte, vi consigliamo di fare un salto anche da Le Piane, non solo per assaggiare il loro Boca, ma anche per fare la conoscenza del mitico Giampi. Anche se sarà lui a farsi riconoscere per primo.
Dulcis in fundo, non poteva mancare neanche sua maestà il Moscato dove avremo La Caudrina, da sempre in pole-position nelle denominazioni Moscato d’Asti e Asti.
Chiusura dedicata tutta alle grandi grappe di Romano Levi, distribuite da Sagna, a rendere ancor più autorevole la presenza delle aziende nel GRAND ATELIER del Piemonte.